fbpx
Nuova Sede per la COMeSER

Rappresenta una tappa fondamentale della crescita dell’operatore fidentino delle telecomunicazioni, cresciuto grazie a investimenti infrastrutturali e alti livelli di servizio.

Ancora qualche mese per terminare le finiture interne, i parcheggi e gli spazi verdi e poi la Comeser avrà una nuova casa. Con la grande sede, in via di completamento all’uscita del casello A1 di Fidenza, l’operatore telefonico privato, nato a dimensione locale e diventato nazionale, segna una tappa importante del proprio sviluppo nel settore delle telecomunicazioni. Il legame con il territorio è nel Dna di Comeser: costituita nel 2004 come società pubblica per realizzare la copertura ADSL nei comuni delle Terre Verdiane, nel 2011 ha avviato la propria privatizzazione, rafforzandosi sul territorio e a livello nazionale fino a conquistare i maggiori player industriali della provincia. <Oggi abbiamo 50 mila utilizzatori tra aziende, pubbliche amministrazioni e privati – spiega il presidente Gianluca Scarazzini che guida l’azienda insieme al fratello Michele, a capo dell’area tecnica – un risultato ottenuto grazie alla specializzazione sul servizio ai clienti. Per loro creiamo soluzioni su misura “voce e dati”, utilizzando una doppia tecnologia per garantire copertura in ogni condizione: fibra ottica ovunque grazie all’intervento diretto dei nostri tecnici, e poi la tecnologia wireless tramite ponti radio in banda licenziata.> Mettendo a frutto l’infrastruttura tecnologica creata per erogare il servizio di trasmissione veloce e sicura dei dati, l’azienda ha poi aggiunto anche servizi di back-up con tecnologia alternativa, localizzatori satellitari e centralini ultratecnologici. Ai corposi investimenti compiuti, si è affiancata anche una scelta inusuale per un operatore di telecomunicazioni. <Per noi i rapporti umani contano ancora molto. Per questo abbiamo rafforzato il supporto commerciale e tecnico per garantire un’assistenza al cliente più personale e continuativa e con risposte alle chiamate entro tre squilli, e lo stesso vogliamo fare con la rete commerciale esterna che puntiamo ad ampliare in tutta Italia, selezionando persone che condividono la nostra visione.> Oggi questa giovane realtà, che parla fidentino ma si confronta con i grandi operatori nazionali delle telecomunicazioni, può dare una nuova sede agli oltre cento dipendenti e un riferimento moderno e funzionale ai suoi clienti. <Il prossimo sarà il quinto trasloco in pochi anni –conclude Gianluca Scarazzini – è positivo, significa che siamo cresciuti, ma questa sede ha un significato diverso. L’abbiamo pensata orientandoci al benessere dei dipendenti, che per noi sono una risorsa fondamentale, e immaginandola aperta al territorio e ai clienti.> Milleseicento metri di uffici, in gran parte open space e affacciati sulla campagna, grandi superfici vetrate, una palestra e zone comfort per il personale e poi desk in cui i clienti possono incontrare di persona gli operatori con cui si interfacciano nella fruizione del servizio: da gennaio 2019 per Comeser tutto quello che era stato immaginato diventerà una bella realtà.