fbpx

NEWS

Telecamere Termiche per Proteggere Giardini, Ville, Cortili di Aziende: Estate Sicura

COMeSER presenta le nuove videocamere con tecnologia di ultima generazione
Il presidenze Gianluca Scarazzini con il referente d'area Riccardo Rinaldi: “98% di precisione: significa che si riduce, quasi a zero, la possibilità di falsi allarmi. Un vantaggio per gli utenti e gli istituti di vigilanza collegati”.

Cresce la richiesta di proteggere giardini, cortili e case di proprietà privata ed aziende giorno e notte. Arriva l'estate, si mettono in calendario le vacanze, si sta spesso fuori la sera e le persone desiderano sentirsi più sicure. Grazie alle nuove tecnologie, oggi, migliora come farlo: arrivano la protezione perimetrale degli spazi, con dispositivi di nuova generazione, ovvero l'utilizzo di telecamere termiche capaci di rilevare le radiazioni IR di tutto ciò che inquadrano.

Gruppo COMeSER, società emiliana specializzata in telecomunicazioni, fibra ottica e servizi di videosorveglianza, presenta la nuova gamma di offerte e supporti sempre più gettonati dai cittadini e dalle aziende.

Lo spiegano Gianluca Scarazzini presidente di COMeSER con il referente dell'area Sicurezza e Videosorveglianza Riccardo Rinaldi: “Le nuove videocamere distinguono il grado di radiazione emanata da un materiale, da un animale o da una persona con una percentuale di precisione del 98%: significa che si riduce, quasi a zero, la possibilità di falsi allarmi. Un vantaggio per gli utenti e gli istituti di vigilanza collegati”.

Le telecamere termiche capaci di rilevare le radiazioni IR di tutto ciò che inquadrano – a protezione perimetrale degli spazi – sono in grado di riconoscere ad esempio se passa un gatto, il cane o un turbinio di foglie: “Grazie ad una programmazione mirata, consentono di definire qual è l'area di rilevazione e danno la possibilità di tracciare linee verticali, orizzontali, diagonali, cioè stabilire traiettorie e linee “immaginarie” di attraversamento dell'area da proteggere. Computerizzate, fanno sì che scatti l'allarme solo se il “corpo in movimento” interagisce con queste specifiche traiettorie. Escludendo con la programmazione, cani, gatti, volatili – ad esempio – si riduce quasi completamente il falso allarme”.

“Oggi la gente che ci contatta è sempre più convinta e determinata nell'installare telecamere per gli spazi esterni. Hanno le idee chiare: vogliono essere certi di venire allertati nel caso che un malintenzionato si avvicini troppo alla casa – commenta Riccardo Rinaldi – in base alle nostre statistiche, sono soprattutto gli uomini a chiamare in COMeSER ma al 50% dietro c'è la richiesta della moglie o della compagna. Si tratta in larga parte di giovani tra i 30 ed i 45 anni come target, residenti sia nelle città che nei paesi di campagna. In forte aumento le richieste di chi abita in case isolate”.

Per ricevere tante notizie e consigli utili si invita a seguire i canali social Facebook, Instagram, Twitter di Gruppo COMeSER e condividete le news per farle conoscere agli amici.

11 Giugno 2019

Ufficio Comunicazione per Gruppo COMeSER Srl

Dott.ssa Francesca Maffini

@fmfeye

La presente comunicazione è validata e autorizzata da Ufficio Marketing e Servizi di Gruppo COMeSER e dalla Presidenza.