fbpx

NEWS

Sensori per Soluzioni di Sicurezza con Analisi Tridimensionale?

COMeSER con Treddix porta i sistemi antintrusione per protezione museale e luoghi di culto con Teca Virtuale mediante creazione di sagome sensibili. Segnalazioni se un oggetto viene abbandonato con rilevamento se resta in un'area oltre i tempi prefissati.

Vi ricordate il film Entrapment del 1999 con Sean Connery e Catherine Zeta Jones? Avete presente la scena di lei che supera e attraversa, felinescamente, i raggi laser a protezione dell'opera d'arte? Ecco, per tenere in salvo oggetti d'arte e gioielli in esposizione sono possibili non solo sensori di sicurezza a tutela dei beni storici e artistici, ma anche teche virtuali in 3D mediante creazione di sagome sensibili di protezione.

GRUPPO COMeSER con i nuovi sensori di sicurezza TREDDIX – che sfruttano un sistema di rivelazione tridimensionale per esaminare con precisione assoluta l’area da proteggere – sceglie un nuovo approccio ai fini della sicurezza sfruttando le tecnologie 3D di ultima generazione.

Lo spiegano il Presidente di COMeSER Gianluca Scarazzini e Riccaldo Rinaldi consulente e referente dell'Area Video-Sorveglianza: “La Serie TREDDIX di cui ci avvaliamo elaborano in tempo reale le immagini tridimensionali nella scena fornendo addirittura misure di persone e oggetti in millimetri e non in pixel. La natura 3D dei dati unita a sofisticati algoritmi di analisi assicurano l’individuazione ed il tracciamento accurato del movimento di persone anche in scene complesse ed affollate aumentando la robustezza e l‘affidabilità di ogni modulo di analisi”.

In particolare, per la protezione museale avanzata, COMeSER può attivare con Treddix: sensori antintrusione con Rivelazione H24 di intrusioni basate sulla sagoma del target (eliminazione falsi allarmi);  rimozione oggetti: con rilevamento e segnalazione di oggetti rimossi dalla loro posizione standard anche in presenza di affollamento e occlusioni; oggetti abbandonati con rilevamento e segnalazione di oggetti che rimangono nella scena oltre i tempi prefissati; teca virtuale con protezione 3D di oggetti in esposizione mediante creazione di sagome sensibili di protezione.

I campi applicativi dei sensori di sicurezza possono essere tanti: tra questi, locali fieristici, musei, luoghi di culto.

Per ricevere tante notizie e consigli utili si invita a seguire i canali social Facebook, Instagram, Twitter di Gruppo COMeSER e condividete le news per farle conoscere agli amici.

26 luglio 2019

Ufficio Comunicazione per Gruppo COMeSER Srl

Dott.ssa Francesca Maffini

@fmfeye

La presente comunicazione è validata e autorizzata da Ufficio Marketing e Servizi di Gruppo COMeSER, dal referente Area Sorveglianza Rinaldi e dalla Presidenza.