fbpx

NEWS

Telecamere Termometriche: Agevolazione del 50% sul Credito d’Imposta per chi le Acquista

5 domande frequenti dei clienti: risponde alle FAQ Riccardo Rinaldi responsabile Area Videosorveglianza e Sicurezza di Gruppo COMeSER.

Si discute di riaperture scaglionate e ripartenza. Mentre c'è dibattito a livello europeo, nazionale e regionale su quando, come, dove e perché mettere fine al lockdown, una certezza c'è: fino al 31 dicembre 2020 è possibile ottenere l'agevolazione del 50% sul credito d’imposta per un massimo di 20.000 Euro da investire nell'acquisto di telecamere termometriche per la misurazione della temperatura corporea. Anche queste strumentazioni tecnologiche rientrano, infatti, tra i dispositivi di protezione individuali per aziende, attività commerciali, piccole e medie imprese, studi professionali.

Lo evidenzia Gianluca Scarazzini, presidente di Gruppo COMeSER in una news informativa a tutti i clienti: “Sul tema termocamere c'è interesse: abbiamo ricevuto telefonate con richieste di maggiori informazioni. Già oggi dobbiamo pensare al domani, a quando si tornerà a circolare di più. Quel momento arriverà e finché non ci sarà un vaccino sicuro, tutti i dispositivi di protezione saranno molto importanti: dai guanti alle mascherine, da possibili caschi con visiera alle termocamere per misurare la febbre nei varchi di accesso a luoghi pubblici, negozi, aree di transito, aree di sosta delle persone. Penso agli ingressi nei centri commerciali, in alcuni uffici pubblici. Continuando a tutelare la privacy, ma mettendo al primo posto la salute della popolazione”.

Gruppo COMeSER risponde – grazie all'esperto dell'area Sicurezza Riccardo Rinaldi - a 5 domande frequenti fatte da alcuni imprenditori e professionisti interessati ad installare le telecamere termiche:

1. Come funziona il bonus per le aziende?

“Per le aziende il bonus è erogato sottoforma di agevolazione fiscale sul credito d’imposta per un importo pari al 50% dell’investimento fino ad un massimo di 20.000 €. Queste telecamere sono, infatti, considerate come DPI (dispositivi protezione individuale).

2. Immaginiamo situazioni diverse: un supermercato, un negozio da parrucchiera o da barbiere, un ufficio aperto al pubblico. Tecnicamente, cosa accade se la telecamera termica rileva una temperatura superiore ai 37.5 gradi corporei in questi differenti luoghi? Suona un allarme automatico? Si attiva un operatore che deve sempre stare in backstage davanti allo schermo a controllare?

“L'allarme automatico non è attualmente applicabile in Italia per ragioni di privacy, ma tecnicamente sarebbe possibile. Oggi la telecamera termica invia un avviso popup silenzioso al monitor collegato al computer, nel luogo dove è predisposta la videocamera. L'operatore davanti allo schermo rileva l'anomalia e può decidere il da farsi in base alle disposizioni ricevute: ad esempio, se viene rilevata la febbre stai fuori, se non hai la mascherina stai fuori. Oppure si può attivare il controllo degli accessi tramite telecamera se ci sono porte con apertura automatica con il riconoscimento del viso: vale il principio, non entri se non indossi la mascherina. Ogni soluzione si studia in modo personalizzato per le esigenze specifiche di un luogo, di una azienda, dello studio di un professionista”.

3. Body Temperature: qual è il livello di accuratezza nelle rilevazioni?

“La tecnologia termografica sfrutta il principio per cui ogni corpo, con temperatura superiore allo zero assoluto, emette una quantità rilevabile di radiazioni infrarosse. Ti rileva, dunque, la temperatura corporea in un range tra i 30° e i 45°C, fornendo misurazioni estremamente precise da ± 0.1° a ± 0.3°”.

4. Fino a quante persone è in grado di monitorare una telecamera termica in dotazione COMeSER?

“Le telecamere termografiche radiometriche, già disponibili nei magazzini dell'azienda di telecomunicazioni COMeSER, hanno la possibilità di rilevare la temperatura corporea di un individuo singolo o di un gruppo fino a 30 persone in simultanea”.

5. Se sono già dotato di telecamere termiche che vedono addirittura nella nebbia, posso fare un upgrade e integrarle come telecamere che rilevano la febbre?

“No, ad oggi non è possibile. Si tratta di due tipologie di telecamere completamente differenti: quelle per la videosorveglianza e la sicurezza anti-intrusione non possono essere riconfigurate come telecamere termiche per rilevare la febbre. Perché? Hanno sensori diversi e soprattutto quelle per la temperatura corporea sono dotate di uno specifico software a bordo per il riconoscimento facciale intelligente. Leggono il volto e addirittura rilevano se indossi la mascherina, e quindi puoi entrare in un luogo, oppure se ne sei sprovvisto e allora stai fuori. Tutte le indicazioni su cosa rilevare non sono fai-da-te ma dipendono da normative, da regole che vengono impostate nel rispetto della legge e che devono essere in linea con le direttive nazionali che verranno emanate”.

21 Aprile 2020

Ufficio Comunicazione per Gruppo COMeSER Srl

Dott.ssa Francesca Maffini

@fmfeye

La presente comunicazione è validata e autorizzata dal Presidente di COMeSER Gianluca Scarazzini, dal responsabile dell'area videosorveglianza e sicurezza Riccardo Rinaldi e dalla Dott.ssa Valeria Pinetti – Ufficio Marketing.