fbpx
Business English School di Sara Sky Schutte

Al via da giugno nello spazio co-working di Gruppo COMeSER. Per professionisti, imprenditori e per chi viaggia all'estero.
In via San Michele Campagna a Fidenza (PR).

Per chi dell'inglese fa business in Italia e per chi viaggia per lavoro all'estero, la english start up di Sara Sky Schutte fa scuola: imparare la lingua – in un formativo percorso culturale di apprendimento – e fare lezioni nel cuore della food valley in Emilia-Romagna, in corsi strutturati dove i partecipanti possono poi terminare gli incontri, perchè no, anche assaggiando Parmigiano Reggiano e Prosciutto di Parma nei locali del territorio delle terre verdiane è un valore aggiunto.

Nasce così in partnership con Gruppo COMeSER, sempre più orientata ad offrire servizi qualificati alle aziende e ai liberi professionisti, in un'ottica di co-working, l'area Formazione Professionale in lingua inglese - Business e Tourism English di Sara Sky Schutte in via San Michele Campagna, nella nuova sede dell'azienda di telecomunicazioni.

Si tratta di corsi  di business english per gruppi fino a 15 persone o per formazione settoriale in base ad esigenze aziendali, complete anche di video corsi e lezioni one to one.  Corsi trimestrali, annuali, o full immersion per il tempo necessario ai professionisti. A giugno (per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) è in programma una presentazione – in forma di lezione data zero – per fare conoscere l'opportunità dei corsi.

Sara Sky Schutte, nata a Phoenix in Arizona, dopo diverse esperienze professionali a Praga, Parigi, Amsterdam, ed in Italia a Milano e a Firenze, vive oggi a Soragna, lavora a Fidenza e nel territorio emiliano come imprenditrice.  Tra le sue attività spiccano anche gli incarichi all'Università degli Studi Parma, nella facoltà di Economia e Ingegneria.

Quattro chiacchiere con Sara.

Quale metodo di lavoro proponi?
“Su misura, taylor made, per la persona singola o per il gruppo di persone che ho di fronte: trattandosi di business english, i professionisti mi danno i temi , gli argomenti, le materie che devono trattare, i settori di cui si occupano e mi fanno capire gli obiettivi che devono raggiungere  a fiere, in incontri all'estero, in accordi. Io preparo un percorso mirato tra tesine, glossario, prove pratiche, conversazione, integrazione con video: è il metodo che si utilizza negli Stati Uniti”.

Hai viaggiato molto per lavoro e per studio. Oggi hai scelto la provincia di Parma. Se dovessi associare alcune parole o concetti ai luoghi dove più hai abitato, quali sono più rappresentativi per te?
Parma e provincia: mi sono sentita a casa. Le ho scelte. Sono città complete, vivibili, dove c'è verde pubblico, campagna attorno e grandi spazi. Si respira un'aria di apertura. Per me sono terre di musica, Verdi, e qui ho scoperto il Gutturnio e  il Lambrusco, buonissimi. Milano, dove ho vissuto per otto anni, frequentando il settore delle sfilate di moda e il mondo dei media, mi continua a piacere molto. Ma a piccole dosi: i ritmi sono troppo frenetici e occorre molta pazienza per i parcheggi e le code per viverci per sempre. Rappresenta però il fashion e il luogo perfetto per gli aperitivi.  Le Cinque Terre sono il posto che mi ha fatto innamorare dell'Italia, luogo ideale di vacanza: per la luce spettacolare, per il mare, per il profumo di sale marino che c'è nell'aria mescolato al profumo di caffè al mattino a colazione. Phoenix, dove sono nata e cresciuta: è climbing, pareti di roccia, montagne del deserto e grandi spazi aperti, outdoor e sport. Praga: è arti e spettacolo in assoluto. Firenze: la serietà degli studi, amici, ma anche i sacrifici per imparare l'italiano duramente ed efficacemente. Affollata di stranieri, molto viva”.

Il valore aggiunto della tua esperienza in tanti luoghi dove hai sempre parlato un inglese internazionale? “Uscire dal mood american english – se serve sono madrelingua e titolata per insegnarlo – e andare verso la massima chiarezza dell'inglese, internazionale appunto, nel senso del fraseggio, del lessico, delle forme verbali: le mie lezioni sono aperte a chi parte da zero come a chi ha già un buon livello. La sfida è portare le persone non solo a parlare o scrivere in inglese ma a pensare in inglese.”

Stay in the flux: cosa significa, Sara, essere davvero connessi oggi?
“Connessione è comunicazione per esprimersi senza limiti: è accesso alle informazioni e agli strumenti senza limiti geografici, linguistici verso una sempre maggiore apertura culturale. Essere connessi significa evolversi come persone”.

Fibra ottica: per cosa la utilizzi principalmente?
“Per fare continue ricerche per il mio lavoro. Mi piace leggere e restare aggiornata. Ho una sensibilità orientata a temi ecologici e di rispetto dei diritti: sono temi che seguo sui social network e in internet”.

Nella Business English School di Sara Sky Schutte nella sede di Gruppo COMeSER le iscrizioni sono sempre aperte per corsi trimestrali, annuali, mini-gruppi, individuali, full immersion. One to one fino a gruppi di 14/15 persone.

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.business-english-for-professionals.com

Go with the flow!

31 Maggio 2019

In foto da sinistra a destra: Gianluca Scarazzini, Sara Sky Schutte.

Ufficio Stampa per Gruppo COMeSER Srl.

Dott.ssa Francesca Maffini

@fmfeye